Eseguire attività di query comuni in Power BI Desktop

Nella finestra dell'editor di Power Query di Power BI Desktop sono disponibili alcune attività usate comunemente. Questo articolo illustra queste attività comuni e offre i collegamenti per accedere a ulteriori informazioni.

Le attività di query comuni illustrate in questo documento sono:

  • Connettersi ai dati
  • Effettuare il data shaping e combinare i dati
  • Raggruppare le righe
  • Trasformare colonne tramite Pivot
  • Creare colonne personalizzate
  • Eseguire query su formule

Per completare queste attività, verranno usate alcune connessioni dati. I dati sono disponibili per il download o la connessione, nel caso in cui si voglia provare a eseguire autonomamente queste attività.

La prima connessione dati è una cartella di lavoro di Excel che è possibile scaricare e salvare in locale. L'alta è una risorsa Web che viene usata anche in altri articoli di Power BI Desktop:

https://www.bankrate.com/retirement/best-and-worst-states-for-retirement/

Le attività di query iniziano nei passaggi necessari per connettersi a entrambe queste origini dati.

Connettersi ai dati

Per connettersi ai dati in Power BI Desktop, selezionare Home e quindi Ottenere dati. Power BI Desktop visualizza un menu con le origini dati più comuni. Per un elenco completo delle origini dati a cui Power BI Desktop può connettersi, selezionare Altro in fondo al menu. Per altre informazioni, vedere Origini dati in Power BI Desktop.

Most Common data sources menu, Get data button, Power BI Desktop

Per iniziare, selezionare Excel, specificare la cartella di lavoro di Excel menzionata in precedenza e quindi selezionare Apri. Query esamina la cartella di lavoro, quindi visualizza i dati che ha rilevato nella finestra Strumento di navigazione dopo la selezione di una tabella.

Excel data source, Navigator dialog box, Get Data, Power BI Desktop

È possibile selezionare Trasforma dati per modificare i dati o effettuare il data shaping prima di caricare i dati in Power BI Desktop. La modifica è particolarmente utile quando si lavora con grandi set di dati e si vuole ridurli prima del caricamento.

Connettersi a diversi tipi di dati è molto semplice. Può anche essere utile connettersi a una risorsa Web. Scegliere Recupera dati>Più, quindi selezionare OtherWeb>>Connessione.

Web data source, Get Data dialog box, Power BI Desktop

Viene visualizzata la finestra Da Web in cui è possibile digitare l'URL della pagina Web.

From Web dialog box, Web data source, Get Data, Power BI Desktop

Selezionare OK. Come in precedenza, Power BI Desktop esamina i dati della pagina Web e visualizza le opzioni di anteprima nella finestra di dialogo Strumento di navigazione. Quando si seleziona una tabella, viene visualizzata un'anteprima dei dati.

Le altre connessioni dati sono simili. Se per stabilire una connessione dati è necessaria l'autenticazione, Power BI Desktop richiederà di immettere le credenziali appropriate.

Per informazioni dettagliate sulla connessione ai dati in Power BI Desktop, vedere Connettersi ai dati in Power BI Desktop.

Effettuare il data shaping e combinare i dati

L'editor di Power Query consente di effettuare il data shaping e di combinare i dati con facilità. Questa sezione include alcuni esempi su come effettuare il data shaping. Per una dimostrazione più completa delle procedure di data shaping e combinazione dei dati, vedere Data shaping e combinazione dei dati in Power BI Desktop.

Nella sezione precedente sono stati caricati due set di dati: una cartella di lavoro di Excel e una risorsa Web. Dopo aver caricato i dati nell'editor di Power Query, selezionare la query della pagina Web dalle query disponibili nel riquadro Query, come indicato di seguito:

Queries pane, Power Query Editor, Power BI Desktop

Quando si effettua il data shaping, si modifica la forma e il formato di un'origine dati in base a esigenze specifiche.

Nell'editor di Power Query molti comandi sono disponibili nella barra multifunzione e nei menu di scelta rapida. Quando, ad esempio, si fa clic con il pulsante destro del mouse su una colonna, il menu di scelta rapida consente di rimuovere la colonna. È anche possibile selezionare una colonna e quindi selezionare il pulsante GestiscicolonneRemove> nella scheda Home della barra multifunzione.

Remove Columns command, Power Query Editor, Power BI Desktop

Il data shaping può essere eseguito in molti altri modi in questa query. È possibile rimuovere qualsiasi numero di righe partendo dall'alto o dal basso. Oppure aggiungere colonne, suddividere colonne, sostituire valori ed eseguire altre operazioni di data shaping. Con queste funzionalità l'utente può indicare all'editor di Power Query il modo in cui vuole ottenere i dati.

Raggruppare le righe

Nell'editor di Power Query è possibile raggruppare i valori di molte righe in un unico valore. Questa funzionalità può essere utile ad esempio quando si vuole riepilogare il numero di prodotti offerti, le vendite totali o il numero di studenti.

In questo esempio vengono raggruppate le righe di un set di dati relativo alle iscrizioni scolastiche. I dati provengono dalla cartella di lavoro di Excel. Il data shaping è stato eseguito nell'editor di Power Query in modo da ottenere solo le colonne necessarie, rinominare la tabella e apportare alcune altre modifiche.

Si deve scoprire quante Agenzie ha ogni stato. Le agenzie possono includere distretti scolastici, altre agenzie di istruzione, ad esempio i distretti del servizio regionale e altro ancora. Selezionare la colonna ID agenzia - NCES Assegnato [Distretto] Più recente anno disponibile , quindi selezionare il pulsante Group By nella scheda Trasforma o nella scheda Home della barra multifunzione. Il pulsante Raggruppa per è disponibile in entrambe le schede.

Screenshot shows how to group rows in a table.

Viene visualizzata la finestra di dialogo Raggruppa per. Quando l'editor di Power query raggruppa le righe, crea una nuova colonna in cui inserisce i risultati di Raggruppa per. Per modificare il funzionamento di Raggruppa per , è possibile usare:

  1. L'elenco a discesa senza etichetta specifica la colonna da raggruppare. L'editor di Power Query imposta come valore predefinito la colonna selezionata, ma è possibile cambiare e scegliere un'altra colonna della tabella.
  2. Nome nuova colonna: L'editor di Power Query suggerisce per la nuova colonna un nome basato sull'operazione applicata alla colonna raggruppata, ma è possibile assegnare alla nuova colonna qualsiasi nome.
  3. Operation: È possibile scegliere l'operazione applicata dall'editor di Power Query, ad esempio Somma, Mediana o Conteggio righe distinte. Il valore predefinito è Conteggio righe.
  4. Aggiungi raggruppamento e Aggiungi aggregazione: Questi pulsanti sono disponibili solo se si seleziona l'opzione Avanzate. In un'unica operazione è possibile eseguire operazioni di raggruppamento (azioni Raggruppa per) su molte colonne e creare diverse aggregazioni usando questi pulsanti. In base alle selezioni effettuate in questa finestra di dialogo, l'editor di Power Query crea una nuova colonna che opera su più colonne.

Selezionare Aggiungi raggruppamento o Aggiungi aggregazione per aggiungere più raggruppamenti o aggregazioni a un'operazione Raggruppa per. Per rimuovere un raggruppamento o un'aggregazione, selezionare l'icona dei puntini di sospensione ( ... ) a destra della riga e quindi Elimina. Continuare e provare a eseguire l'operazione Raggruppa per usando i valori predefiniti per vedere cosa succede.

Screenshot shows the Group By dialog box with Add grouping and Add aggregation called out.

Quando si seleziona OK Query esegue l'operazione Raggruppa per e restituisce i risultati. Esaminando l'esempio, è ora possibile notare la presenza di oltre 1000 agenzie in Ohio, Texas, Illinois e California.

Count column, Group By operation, Power Query Editor, Power BI Desktop

E con l'editor di Power Query è sempre possibile rimuovere l'ultima operazione di shaping. Nel riquadro Impostazioni query, in Passaggi applicati, selezionare la X accanto al passaggio appena completato. Continuare e sperimentare. Ripetere il passaggio se i risultati non sono soddisfacenti, finché i dati nell'editor di Power Query non sono quelli voluti.

Trasformare colonne tramite Pivot

È possibile creare colonne pivot e creare una tabella che contiene i valori aggregati per ogni valore univoco di una colonna. Ad esempio, se si vuole sapere quanti prodotti diversi sono presenti in ogni categoria di prodotto, è possibile creare rapidamente una tabella per scoprirlo.

Esaminiamo un esempio. La tabella Products_by_Categories seguente è stata impostata in modo da visualizzare solo prodotti univoci (per nome) e la categoria a cui appartengono. Per creare una nuova tabella che visualizza il numero di prodotti presenti in ogni categoria, in base alla colonna CategoryName, selezionare la colonna, quindi Trasforma>Colonna pivot.

Pivot Column command, Power Query Editor, Power BI Desktop

Viene visualizzata la finestra di dialogo Colonna pivot che indica quali valori della colonna verranno usati per creare nuove colonne. Se il nome di colonna desiderato di CategoryName non è visualizzato, selezionarlo nell'elenco a discesa. Quando si espandono Opzioni avanzate, è possibile selezionare la funzione che verrà applicata ai valori aggregati.

Pivot Column dialog box, Power Query Editor, Power BI Desktop

Quando si seleziona OK, Query visualizza la tabella in base alle istruzioni di trasformazione specificate nella finestra di dialogo Colonna pivot.

Pivot Column result, Power Query Editor, Power BI Desktop

Creare colonne personalizzate

Nell'editor di Power Query è possibile creare formule personalizzate che operano su più colonne della tabella. Quindi i risultati delle formule possono essere inseriti in una nuova colonna (personalizzata). Con l'editor di Power Query creare colonne personalizzate è semplicissimo.

Con i dati della cartella di lavoro di Excel nell'editor di Power Query, accedere alla scheda Aggiungi colonna della barra multifunzione e quindi selezionare Colonna personalizzata.

Add Custom Column command, Power Query Editor, Power BI Desktop

Viene visualizzata la finestra di dialogo seguente. In questo esempio viene creata una colonna personalizzata denominata Percent ELL che calcola la percentuale di studenti totali che studiano inglese.

Custom Column dialog box, Power Query Editor, Power BI Desktop

Come per qualsiasi altro passaggio previsto nell'editor di Power Query, se la nuova colonna personalizzata non contiene i dati che si stanno cercando, è possibile eliminare il passaggio. Nel riquadro Impostazioni query, in Passaggi applicati, selezionare la X accanto al passaggio Aggiunta colonna personalizzata.

Applied steps, Query Settings pane, Power Query Editor, Power BI Desktop

Eseguire query su formule

I passaggi generati dall'editor di Power Query possono essere modificati. È anche possibile creare formule personalizzate, che consentono di connettersi ai dati ed eseguire il data shaping in modo più preciso. Ogni volta che l'editor di Power Query esegue un'azione sui dati, la formula associata all'azione viene visualizzata nella barra della formula. Per visualizzare la barra della formula, accedere alla scheda Visualizza della barra multifunzione e quindi selezionare Barra della formula.

Formula Bar option, Power Query Editor, Power BI Desktop

Nell'editor di Power Query tutti i passaggi applicati per ogni query vengono mantenuti in formato testo che è possibile visualizzare o modificare. È possibile visualizzare o modificare il testo per tutte le query usando l'editor avanzato. Selezionare Visualizza e quindi Editor avanzato.

Advanced Editor command, Power Query Editor, Power BI Desktop

Ecco la finestra dell'Editor avanzato, contenente i passaggi associati alla query USA_StudentEnrollment. Questi passaggi vengono creati nel linguaggio delle formule di Power Query, noto anche come M. Per altre informazioni, vedere Informazioni sulle formule di Power Query. Per visualizzare la specifica del linguaggio, vedere Specifica del linguaggio M di Power Query.

Advanced Editor dialog box, Power Query Editor, Power BI Desktop

In Power BI Desktop è disponibile un set completo di categorie di formule. Per altri dettagli e informazioni di riferimento complete su tutte le formule dell'editor di Power Query, vedere Informazioni di riferimento sulle funzioni M di Power Query.

Passaggi successivi

Power BI Desktop offre infinite possibilità. Per altre informazioni sulle funzionalità disponibili, vedere le risorse seguenti: