Introduzione al connettore del database SQL di Azure

Usando il connettore del database SQL di Azure, creare flussi di lavoro per l'organizzazione che gestiscano i dati nelle tabelle.

Con il database SQL è possibile:

  • Creare il flusso di lavoro aggiungendo un nuovo cliente in un database di clienti o aggiornando un ordine in un database di ordini.
  • Usare le azioni per ottenere una riga di dati, inserire una nuova riga e persino eliminare una riga. Ad esempio, quando viene creato un record in Dynamics CRM Online (trigger), inserire una riga in un database SQL di Azure (azione).

Questo argomento illustra come usare il connettore database SQL in un'app per la logica ed elenca le azioni.

Per altre informazioni sulle app per la logica, vedere Cosa sono le app per la logica e Creare un'app per la logica.

Connettersi al database SQL di Azure

Prima che l'app per la logica possa accedere a qualsiasi servizio, è necessario creare una connessione al servizio. Una connessione fornisce la connettività tra un'app per la logica e un altro servizio. Ad esempio, per connettersi al database SQL, si crea una connessione al database SQL. Per creare una connessione, immettere le credenziali che si usano normalmente per accedere al servizio a cui connettersi. Pertanto, per creare la connessione al database SQL, immettere le credenziali del database SQL.

Creare la connessione

Prerequisiti

  • Un account Azure, che è possibile creare gratuitamente
  • Un database SQL di Azure con relative informazioni di connessione, tra cui il nome del server, il nome del database, il nome utente e la password. Queste informazioni sono incluse nella stringa di connessione del database SQL:

    Server=tcp:yoursqlservername.database.windows.net,1433;Initial Catalog=yourqldbname;Persist Security Info=False;User ID={your_username};Password={your_password};MultipleActiveResultSets=False;Encrypt=True;TrustServerCertificate=False;Connection Timeout=30;

    Altre informazioni sui database SQL di Azure.

Nota

Quando si crea un database SQL di Azure, è inoltre possibile creare i database di esempio inclusi in SQL.

Prima di utilizzare il database SQL di Azure in un'app per la logica, connettersi al proprio database SQL. È possibile eseguire questa operazione in modo facile dalla propria app per la logica nel portale di Azure.

Connettersi al database SQL di Azure attenendosi alla procedura seguente:

  1. Creare un'app per la logica. Nella finestra di progettazione App per la logica, aggiungere un trigger e un'azione. Selezionare Mostra API gestite da Microsoft nell'elenco a discesa, quindi immettere "sql" nella casella di ricerca. Selezionare una delle azioni:

    Passaggio di creazione della connessione a SQL Azure

  2. Se in precedenza non sono state create connessioni al database SQL, vengono richiesti i dettagli della connessione:

    Passaggio di creazione della connessione a SQL Azure

  3. Immettere i dettagli del database SQL. Le proprietà con l'asterisco sono obbligatorie.

    Proprietà Dettagli
    Connessione tramite gateway Lasciare deselezionata. Si usa quando ci si connette a un SQL Server locale.
    Nome connessione* Immettere un nome per la connessione.
    Nome di SQL Server* Immettere il nome del server, che è simile a nomeserver.database.windows.net. Il nome del server è visualizzato nelle proprietà del database SQL nel portale di Azure ed è mostrato anche nella stringa di connessione.
    Nome del database SQL* Immettere il nome che è stato assegnato al database SQL. Questo nome è riportato nelle proprietà del database SQL nella stringa di connessione: Initial Catalog=yoursqldbname.
    Nome utente* Immettere il nome utente creato quando è stato creato il database SQL. Questo nome è riportato nelle proprietà del database SQL nel portale di Azure.
    Password* Immettere la password creata quando è stato creato il database SQL.

    Queste credenziali vengono usate per autorizzare l'app per la logica a connettersi e per l'accesso ai dati SQL. Al termine i dettagli della connessione saranno simili ai seguenti:

    Passaggio di creazione della connessione a SQL Azure

  4. Selezionare Crea.
  5. La connessione è stata creata. A questo punto, procedere con gli altri passaggi nell'app per la logica:

    Passaggio di creazione della connessione a SQL Azure

Usare un trigger

Questo connettore non include trigger. Usare altri trigger per avviare l'app per la logica, come un trigger di ricorrenza, un trigger Webhook HTTP, i trigger disponibili con altri connettori e altri ancora. Creare un'app per la logica illustra un esempio.

Usare un'azione

Un'azione è un'operazione eseguita dal flusso di lavoro e definita in un'app per la logica. Altre informazioni sulle azioni.

  1. Selezionare il segno più. Sono disponibili varie opzioni: Aggiungi un'azione, Aggiungi una condizione e le opzioni in Altro.

  2. Selezionare Aggiungi un'azione.
  3. Nella casella di testo digitare "sql" per ottenere l'elenco di tutte le azioni disponibili.

  4. Nell'esempio scegliere SQL Server - Ottieni riga. Se esiste già una connessione, selezionare il nome della tabella dall'elenco a discesa e immettere l'ID riga che si vuole restituire.

    Se viene richiesto di inserire le informazioni di connessione, immettere i dettagli per creare la connessione. La sezione Creare la connessione di questo argomento descrive queste proprietà.

    Nota

    In questo esempio si restituisce una riga da una tabella. Per visualizzare i dati in questa riga aggiungere un'altra azione che crea un file usando i campi della tabella. Ad esempio, aggiungere un'azione OneDrive che usa i campi Nome e Cognome per creare un nuovo file nell'account di archiviazione cloud.

  5. Scegliere Salva nell'angolo in alto a sinistra della barra degli strumenti per salvare le modifiche. L'app per la logica viene salvata e può essere attivata automaticamente.

Dettagli specifici del connettore

Per visualizzare eventuali azioni e trigger definiti in Swagger ed eventuali limiti, vedere i dettagli del connettore.

Passaggi successivi

Creare un'app per la logica. Esplorare gli altri connettori disponibili nelle app per la logica nell' elenco delle API.