Tenere traccia del lavoro usando query gestite


Funzione Filter

Supporto delle query

Versioni supportate


Ricerche di stringhe di testo (testo singolo, testo su più righe, testo RTF)

Per le ricerche non viene effettuata la distinzione tra maiuscole e minuscole.

Tutte le versioni


Carattere jolly = *

Tutte le versioni


Trovare elementi di lavoro basati su collegamenti diretti o tipi di collegamento topologici/gerarchici.
Filtrare gli elementi di lavoro collegati MODE in base a (MODE)

Tutte le versioni


Raggruppare e annidare clausole usando gli operatori booleani AND e OR.

Tutte le versioni


Trovare gli elementi di lavoro in base a una corrispondenza di campo con un valore precedente. Operatore supportato: Was Ever consente di trovare elementi di lavoro in base a un valore definito in una data specifica. Operatore supportato: ASOF (ASOF)

Tutte le versioni


Usare le macro per creare query relative a una data, ad altri strumenti, ad esempio il percorso dell'area del team, l'iterazione del team e altro ancora.

Tutte le versioni


Trovare elementi di lavoro in uno o più progetti in un'organizzazione o in una raccolta. Il valore predefinito è il progetto corrente. Usare il campo Project Team per eseguire query su due o più progetti.

TFS 2015-TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare elementi di lavoro in base al confronto tra due campi.
Operatori supportati:

Tutte le versioni


Trovare gli elementi di lavoro in base al fatto che contengano o non contengano un tag. Operatori supportati:

Tutte le versioni


Trovare elementi di lavoro basati su campi HTML/RTF vuoti o non vuoti.
Operatori supportati:

Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare il lavoro il cui valore di campo corrisponde a qualsiasi valore in un set delimitato, ad esempio un set di tipi di elemento di lavoro, stati del flusso di lavoro o valori dell'elenco a discesa. Separare i valori con il separatore di elenco che corrisponde alle impostazioni internazionali definite per il computer client. È ad esempio possibile usare una virgola (,).

TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare elementi di lavoro in base al valore del campo booleano.

TFS 2017-TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare elementi di lavoro in base a parole o frasi chiave aggiunte tramite la discussione.

TFS 2017.2-TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare gli elementi di lavoro in base alla colonna Kanban, alla corsia o allo stato Fatto/Fatto.

Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Filtrare i risultati della query in base a una parola chiave o selezionare i campi.

Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Per spostare, copiare o incollare in blocco clausole di query, installare e usare l'editor WIQL. Per altre informazioni, vedere Operazioni di query tra servizi e avanzate

Macro supportate

Nella tabella seguente sono riepilogate le macro o le variabili di query supportate dalle Azure DevOps precedenti. È possibile usare alcune di queste macro per filtrare le notifiche.

Nota

È possibile usare determinate macro solo dal portale Web. Tfese include le macro @CurrentIteration, @CurrentIteration +/- n, @Follows, @MyRecentActivity, @RecentMentions, @RecentProjectActivitye @TeamAreas. Queste macro non sono supportate quando si esporta una query in Excel, filtri di notifica o esercitati da Team Explorer o API REST.

Per descrizioni più dettagliate e collegamenti ad esempi, vedere Campi di query, operatori e macro.


Macro

Supporto delle query

Versioni supportate


Trovare qualsiasi tipo di elemento di Work Item Type=[Any] lavoro, o qualsiasi stato, State=[Any] .

Tutte le versioni


@Me

Trovare il lavoro in cui Identity field=logged in user .

Tutte le versioni


Trovare il lavoro in cui Date-Time field=today .

Tutte le versioni


Trovare il lavoro definito in uno o più progetti.

TFS 2015-TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare il lavoro definito nell'iterazione corrente per un team.

Tutte le versioni


Trovare il lavoro definito in +/- n dell'iterazione corrente per un team.

Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare il lavoro corrente connesso all'utente è il seguente, ID In @Follows .

TFS 2017-TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare gli elementi di lavoro modificati di recente. ID In @MyRecentActivity Vedere anche Visualizzare e aggiungere elementi di ID In @MyRecentActivity.

TFS 2018, Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trova il lavoro in cui il campo data/ora selezionato si trova all'interno del giorno, del mese, della settimana o dell'anno corrente con un offset più/meno, ad esempio: Closed Date>=@StartOfDay-7 .

Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Trovare il lavoro assegnato a un percorso area o a un percorso di iterazione del team specificato. Per esempi, vedere Eseguire query per area o percorso di iterazione.

Azure DevOps 2019-2020, Azure DevOps Services


Risultati delle query e funzionalità di gestione delle query

Le funzionalità seguenti offrono supporto per l'uso dei risultati delle query, il salvataggio e la condivisione di query e altro ancora.


- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 

- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 

- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 
- - 


Funzionalità non supportate

Le query sugli elementi di lavoro supportano solo l'esecuzione di query sugli elementi di lavoro e sugli elementi di lavoro collegati ad altri elementi di lavoro. Ecco alcune delle attività che le query gestite non supportano:

  • Visualizzazioni gerarchiche Test Plans, gruppi di test e test case. Questi elementi non sono collegati tra loro usando tipi di collegamento padre-figlio. È invece possibile visualizzare la gerarchia tramite la pagina Test Plans test.
  • Visualizzazioni che mostrano oggetti collegati, ad esempio compilazioni, versioni, codice o altri oggetti elemento non di lavoro.
  • Elencare gli elementi di lavoro collegati da un progetto a un altro.
  • Esportare una query tra progetti in Excel. Le query con collegamenti diretti vengono esportate Excel come elenco semplice.

Azure Boards supporta tre tipi di query. L'icona accanto a ogni query indica il tipo di query. Usare le indicazioni seguenti per scegliere il tipo di query in base alle operazioni da eseguire con la query.

Elenco delle icone del tipo di query


Tipo di query

Indicazioni per l'uso


Elenco completo elementi di lavoro

  • Elencare gli elementi per eseguire aggiornamenti in blocco ai campi
  • Valuta un elenco di elementi di lavoro
  • Creare un grafico di query e aggiungerlo a un dashboard
  • Creare un grafico per ottenere un conteggio degli elementi o sommare un campo
  • Esportare un elenco di elementi in Excel aggiornare i campi

Elementi di lavoro e collegamenti diretti

  • Elencare gli elementi che dipendono da altri elementi di lavoro
  • Trovare elementi correlati o dipendenti da altri elementi di lavoro
  • Elencare gli elementi di lavoro collegati per eseguire aggiornamenti in blocco ai campi
  • Valuta un elenco di elementi di lavoro collegati
  • Elencare gli elementi di lavoro collegati correlati ai test
  • Trovare elementi di backlog orfani, elementi di lavoro senza padre

Nota

Le query di elementi di lavoro e collegamenti diretti vengono esportate Excel come elenco semplice. Le query con collegamenti diretti vengono importate come elenco semplice perché la modifica di più tipi di collegamenti non è una funzionalità supportata in Excel.


Albero degli elementi di lavoro

  • Elencare un albero di Parent-Child di lavoro correlati o un altro tipo di collegamento di topologia ad albero
  • Valuta un elenco gerarchico di elementi di lavoro
  • Esportare un elenco gerarchico di elementi Excel aggiornare i campi o modificare la gerarchia

Per altre informazioni sui tipi di collegamento, vedere Informazioni di riferimento sui tipi di collegamento.

Query, Query condivise e Preferiti

Solo è possibile visualizzare ed eseguire query salvate in Query directory queries. È anche possibile aggiungere una di queste query ai Preferiti in modo che venga visualizzata all'interno del selettore di query.

Le query salvate dall'utente e da altri utenti in Query condivise possono essere visualizzate da tutti gli utenti con accesso al progetto. Le query condivise possono essere organizzate all'interno di cartelle e preferite dall'utente o da un team. È anche possibile impostare le autorizzazioni per le cartelle e le query per impedire ad altri utenti di spostarle o modificarle.

Per informazioni dettagliate, vedere:

Eseguire query su directory, cartelle di query e percorso di navigazione

La pagina Query contiene una visualizzazione incentrata sulla directory che è possibile filtrare per trovare query specifiche di interesse. Quando si lavora nelle pagine Query, è possibile passare a una sottocartella, una cartella o una pagina.

Percorso di navigazione delle query

È anche possibile scegliere una query che è stata preferita dal menu del selettore. In caso contrario, è possibile scegliere di esplorare tutte le query che tornano alla pagina Tutte le query.

Screenshot di Query, Selettore query.

Per altre informazioni, vedere Query FAQs, Navigate, and Folders.

Eseguire query su grafici e widget

È possibile creare rapidamente grafici a torta, a barre, pivot e di tendenza da una query con elenco semplice. Le query devono essere di tipo flat e restituire un numero di elementi di lavoro minore o minore di 1000. È possibile aggiungere i grafici di query a un dashboard, ritirarli e riconfigurarli.

Grafico a torta di esempio.Grafico pivot di esempio.Grafico a barre di esempio.Grafico di tendenza di esempio.

I widget basati su query forniscono il supporto per la presentazione delle informazioni sulle query in un dashboard. Ad esempio, il numero di bug attivi o un elenco di elementi di lavoro con cui è possibile interagire. Per informazioni sui grafici e i widget di query, vedere questi articoli:

Aggiungere un campo personalizzato per supportare le query

Per aggiungere un campo personalizzato per supportare le esigenze di query, vedere Personalizzare l'esperienza di rilevamento del lavoro.

Elenco attività e voci dell'elenco query

Ci si potrebbe chiedere perché il contenuto della lavagna delle attività è diverso da quello elencato con la query creata. Per altre informazioni, vedere Elementi della lavagna delle attività rispetto agli elementi dell'elenco di query.

Impostazioni delle regole di confronto e delle query di ricerca full-text

Per supportare le query di ricerca full-text, le impostazioni delle regole di confronto del database SQL Server devono corrispondere a una lingua con un word breaker registrato con SQL Server. Se si usa una lingua non supportata, è possibile che si ricevano risultati imprevisti quando si esegue una query elemento di lavoro che specifica gli operatori Contains o Contains Words con stringhe di testo.

Per altre informazioni, vedere gli articoli seguenti:

Risorse SDK

Per interagire a livello di codice con le query, vedere Eseguire query per bug, attività e altri elementi di lavoro.

Azure Boards | Azure DevOps Server 2020 | Azure DevOps Server 2019 | TFS 2018 - TFS 2013

Elencare bug, storie utente o altri elementi di lavoro in base ai criteri dei campi specificati tramite query. È quindi possibile esaminare questi elenchi con il team, il lavoro di valutazione o l'aggiornamento in blocco degli elementi di lavoro. Oltre alle query gestite, lo strumento di ricerca semantica offre alcune funzionalità sovrapposte e diverse che vale la pena esplorare.

Usare query gestite per supportare queste operazioni:

  • Aggiornamento in blocco degli elementi di lavoro tramite il portale Web
  • Valuta e aggiorna gli elementi di lavoro
  • Esaminare una gerarchia di elementi di lavoro
  • Condividere un elenco di elementi di lavoro con un membro del team

È possibile creare query ed eseguire query sulle cartelle dal portale Web o da un client supportato, ad esempio Visual Studio Team Explorer e Team Explorer Everywhere, un plug-in per Eclipse. Le modifiche apportate in un client vengono riflesse in altri client quando tutte le modifiche vengono archiviate nell'archivio dati di rilevamento del lavoro.

Introduzione all'uso delle query

Se si è appena iniziato, leggere Visualizzare, eseguireo inviare tramite posta elettronica una query elemento di lavoro . Per un riferimento rapido alle attività dell'editor di query e alle query di esempio, vedere Riferimento rapido per le query.

  • Per trovare gli elementi di lavoro assegnati all'utente, aggiungere le macro @Me come valore per il campo Assegnato a in una delle clausole di query.
  • Tutti gli utenti validi con accesso standard possono creare query e cartelle nell'area Query dati. Per creare query e cartelle di query in Query condivise, è necessario disporre dell'autorizzazione Collaborazione impostata. Per altre informazioni, vedere Impostare le autorizzazioni per le query.
  • È possibile modificare qualsiasi query aggiungendo criteri per concentrarsi su un'area del prodotto, un'iterazione o un altro campo. Per modificare una query, aprire l'editor di query.
  • È possibile aprire qualsiasi query in Excel. È anche possibile aggiornare i campi di uno o più elementi di lavoro e pubblicare le modifiche nel database per tenere traccia degli elementi di lavoro.
  • È possibile visualizzare lo stato o lo stato di avanzamento creando un grafico a torta, un istogramma o un grafico di tendenza per le query a elenco semplice.

Funzionalità di query

Nelle sezioni seguenti viene fornita una panoramica delle funzioni supportate per definire e gestire le query degli elementi di lavoro.

  • I filtri di query vengono definiti tramite il Editor di query.
  • È possibile selezionare macro di query per campi specifici per creare una clausola di query.
  • I risultati delle query e le funzionalità di gestione delle query sono disponibili tramite la pagina Risultati query.

Filtri di query

Nella tabella seguente vengono riepilogate le funzioni di filtro delle query supportate da ogni Azure DevOps versione.

Nota

Le query gestite non supportano le ricerche di prossimità, ma le ricerche semantiche lo supportano. Inoltre, le ricerche semantiche supportano sia che come caratteri jolly ed è possibile usare più caratteri jolly per trovare la corrispondenza * con più di un ? carattere. Per altre informazioni, vedere Ricerca di elementi di lavoro funzionali.